Ultime dai mercati | Aggiornamento del 18 marzo 2020

Mercoledì, 18 Marzo 2020

Economica e mercati

La giornata di ieri è stata caratterizzata da un recupero dei mercati azionari globali. Due le ragioni principali. La Federal Reserve statunitense ha annunciato che, oltre al piano di acquisto di 700 miliardi di dollari di titoli di stato e mortgage-backed securities garantiti dalle agenzie governative, acquisterà anche carta commerciale a breve di aziende private, garantendo così la liquidità in via diretta al sistema produttivo. In secondo luogo, sul fronte dell’azione fiscale per contrastare gli effetti della diffusione dell’epidemia l’Amministrazione Trump sta predisponendo un massiccio piano di intervento per mille miliardi di dollari.

In Europa si è tenuta la riunione dell’Eurogruppo le cui conclusioni lasciano finalmente presagire un intervento coordinato a livello di politica fiscale per fronteggiare la crisi. Il Primo Ministro italiano Conte ha inoltre suggerito di considerare tra gli strumenti programmi di finanziamento comunitari attraverso l’emissione di obbligazioni europee, una sorta di emissioni legate all’emergenza, ma che potrebbero aprire la strada ai cosiddetti Eurobonds, tanto ostacolati in passato.

Leggi tutto nell'approfondimento

Altre news

Ultime dai mercati
03/04/2020 Economica e mercati

Ultime dai mercati | Aggiornamento del 3 aprile 2020

Ieri il Presidente USA Donald Trump ha dichiarato l’apertura al dialogo tra OPEC e la Russia per giungere a possibili tagli della produzione, alimentando ulteriormente il rimbalzo del petrolio che ha chiuso la giornata in rialzo del 21% poco sotto i 30 dollari al barile per il Brent. Molti operatori però sono dubbiosi in relazione alle dichiarazioni di Trump il quale ha citato possibili tagli alla produzione di 10/15 milioni di barili al giorno, quantità che sembra esagerata in relazione al fatto che un mese fa non si raggiunse l’accordo su una quantità assai più bassa di 1,5 milioni.